Home Dal giornale Cartolarizzazione DBRS al di sopra delle attese

Cartolarizzazione DBRS al di sopra delle attese

da Alessandro Carli

“Al 31 maggio scorso sono stati conseguiti incassi lordi per un importo pari a euro 26.317.016,00. Secondo le previsioni del Business Plan, gli incassi lordi alla prima data erano stimati in circa euro 24.528.272; a fronte dell’attività di servicing e dell’attuazione delle strategie di recupero, si registra pertanto un delta positivo pari a euro 1.788.744,00”.

Piena soddisfazione per l’andamento dell’operazione di cartolarizzazione e per la riconferma da parte di DBRS Morningstar del rating a lungo termine pari a BBB- da parte del Segretario di Stato per le Finanze e il Bilancio Marco Gatti.

Naturale conseguenza è stata quindi la riconferma da parte di DBRS Ratings GmbH (Morningstar DBRS) – agenzia leader nella fornitura di servizi e pareri di rating indipendenti a livello globale – del rating dell’emittente a lungo termine in valuta estera e locale della Repubblica di San Marino (San Marino) a BBB (basso). Così si legge in un comunicato stampa pubblicato lo scorso 31 maggio dall’agenzia internazionale.

La tendenza stabile riflette l’opinione di Morningstar DBRS secondo cui i rischi per i rating della Repubblica di San Marino sono bilanciati. Il Paese ha dimostrato una forte resilienza nonostante i molteplici shock, tra cui la pandemia COVID-19, l’impatto dello shock energetico e l’alta inflazione. La forte crescita del PIL nominale e le elevate entrate di bilancio impreviste hanno portato a un miglioramento sostanziale dei conti del settore pubblico. Secondo il Fondo Monetario Internazionale (FMI), una politica di bilancio prudente faciliterà il continuo calo del debito pubblico in rapporto al PIL. La liquidità del governo è ora a un livello più confortevole. La qualità del credito del settore bancario è migliorata grazie alla forte riduzione dei prestiti non performanti (NPL), ma si prevede un ulteriore calo che porterà in futuro il rapporto NPL verso la media dell’Unione Europea (UE). Inoltre, l’Accordo di Associazione con l’UE, che dovrebbe entrare in vigore il prossimo anno, potrebbe sostenere ulteriormente le prospettive economiche della Repubblica di San Marino riducendo i costi di transazione, aprendo nuove opportunità commerciali nell’Unione Europea attirando investimenti esteri.                                

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento