Home Notizie del Giorno “Creare con l’elettronica”, il “Belluzzi – Da Vinci” vince il primo premio

“Creare con l’elettronica”, il “Belluzzi – Da Vinci” vince il primo premio

da Redazione

Sabato 25 maggio si è svolta, presso l’istituto tecnico tecnologico statale Galileo Ferraris di Napoli, la finale del concorso nazionale “Creare con l’elettronica” organizzato dai docenti dell’Istituto medesimo e patrocinato dal Ministero dell’Istruzione e del Merito. In palio quattro premi per le categorie utilità, progettualità, sensibilità al sociale e creatività. La finale ha visto la partecipazione di 11 progetti provenienti da altrettanti Istituti scolastici e selezionati su un totale di 43 partecipanti provenienti da tutta Italia. Gli studenti dell’istituto riminese Antolini Alex, Casadio Massimiliano, Casali Filippo, Alfonso De Paoli e Ardi Demucaj della classe V C, accompagnati dal Prof. Marco Sanchini del dipartimento di elettronica, elettrotecnica ed automazione, hanno meritato il primo premio nella categoria utilità presentando il progetto “Ecowatt” che rende possibile in modo semplice l’efficientamento energetico di un edificio scolastico. L’idea nasce dall’esigenza primaria di prendersi cura del luogo in cui ci rechiamo tutti i giorni: la scuola. Utilizzando un microcontrollore per ogni aula (apparecchiatura elettronica molto diffusa e a bassissimo costo), si possono diminuire sensibilmente i consumi di energia del fabbricato senza ricorrere a soluzioni standard di mercato spesso piuttosto onerose. Si realizza così un sistema low cost efficace per diminuire l’impatto ambientale del nostro istituto e i costi delle bollette di energia elettrica e gas. Il sistema, ideato dagli studenti della classe 5C elettronica, ha partecipato al concorso migliorando e perfezionando quanto messo a punto nell’esperienza di PCTO (ex alternanza scuola lavoro) durante lo scorso anno scolastico. Il progetto si basa su un prototipo che simula il funzionamento di un’aula scolastica rendendone completamente automatico il funzionamento con lo spegnimento e/o la regolazione degli impianti di illuminazione e di riscaldamento in assenza di occupanti, tramite un sistema elettronico che permette risparmi in bolletta fino al 30%. Il tempo di ritorno dell’investimento è di circa tre anni, quindi molto breve.  La giuria, composta da docenti della materia, esperti ed imprenditori del settore ha ritenuto il progetto riminese quello più utile rispetto agli altri partecipanti e si è complimentata con i vincitori. Il risultato conseguito premia l’impegno e lo spirito di iniziativa di questo gruppo di studenti che ha ricevuto il massimo supporto possibile da tutta la componente docente, non docente, dal personale amministrativo e dalla dirigente Prof.ssa Sabina Fortunati a testimonianza del forte legame con il territorio, le aziende e le istituzioni anche a livello nazionale da parte dell’ITTS “O. Belluzzi – L. da Vinci” di Rimini.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento