Home Dal giornale Coniazione monete: ecco i nuovi quantitativi

Coniazione monete: ecco i nuovi quantitativi

da Alessandro Carli

A integrazione di quanto autorizzato con Decreto Delegato del 9 marzo 2023 numero 43, a seguito di variazione delle quantità programmate nel contingente monetario per l’anno 2023, ed in conformità a quanto stabilito dalla Convenzione Monetaria, è autorizzata la coniazione di un ulteriore quantitativo delle seguenti monete fior di conio: altre 420.000 monete da euro cent 0,50 (il DD numero 43 del 2023 ne stabiliva 179.000), ulteriori 120.000 monete da 1 euro (il DD 43 ne aveva “autorizzate” 619.000) e altre 64.173 monete da 2 euro (il DD del 9 marzo aveva dato l’ok per 619.000). Invariati invece i quantitativi delle altre monete.

Le caratteristiche tecniche delle monete, aventi corso legale nel Territorio della Repubblica di San Marino ed in quello degli Stati Membri della Comunità Europea che hanno adottato l’Euro, saranno quelle stabilite dal Consiglio dell’Unione Europea per le monete metalliche in Euro, mentre le caratteristiche artistiche sono determinate come segue.

2 Euro: nel Dritto il ritratto del Santo Marino, particolare di un dipinto di Giovan Battista Urbinelli, con, a sinistra, la lettera R e la sigla dell’autore del bozzetto AL (Arno Ludwig) e, a destra, in alto la legenda “San Marino” e in basso l’anno di emissione “2023”; intorno dodici stelle; nel Rovescio, a sinistra il valore 2; a destra sei linee verticali su cui sono sovrapposte dodici stelle, ognuna prima dell’estremità di ogni linea; al centro delle linee è rappresentata l’Unione Europea in cui i confini tra gli Stati Membri sono marcati con una linea sottile. L’iscrizione EURO è sovrapposta orizzontalmente al centro della parte laterale destra, sotto la lettera O di Euro la sigla dell’autore LL a lettere sovrapposte. 1 Euro: nel Dritto la Seconda Torre con, a sinistra, la legenda “San Marino” e la lettera R, e, a destra, in alto l’anno di emissione “2023” e in basso la sigla dell’autore del bozzetto AL; intorno dodici stelle; nel Rovescio, a sinistra il valore 1; a destra sei linee verticali su cui sono sovrapposte dodici stelle, ognuna prima dell’estremità di ogni linea; al centro delle linee è rappresentata l’Unione Europea in cui i confini tra gli Stati Membri sono marcati con una linea sottile. L’iscrizione “Euro” è sovrapposta orizzontalmente al centro della parte laterale destra, sotto la lettera O di Euro la sigla dell’autore LL a lettere sovrapposte.       

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento