Home Notizie del Giorno La stagione teatrale di San Marino: Shakespeare, De André, Genet e Tenco

La stagione teatrale di San Marino: Shakespeare, De André, Genet e Tenco

da Alessandro Carli

“La proposta del cartellone 2023/2024 è il punto più alto della programmazione del Paese perché si toccano tutte le corde: dai testi impegnai sino alla prosa e alla comicità, passando per la musica”. Così Andrea Belluzzi, il Segretario di Stato Istruzione e Cultura di San Marino in occasione della presentazione della programmazione teatrale del Monte Titano. Perché l’idea di fondo, ha aggiunto il Direttore degli Istituti Culturali Paolo Rondelli, “è quella di vedere e vivere il teatro come luogo di aggregazione della comunità”. Un luogo, anzi più luoghi – gli spettacoli verranno ospitati non solo al Nuovo e al Titano ma anche in altri spazi desueti – “che vanno incontro ai bisogni specifici di cultura” ha aggiunto Rondelli. “Momenti quindi per riflettere, per spaziare il più possibile attraverso la diversità di voci”. Una stagione piuttosto ricca, come ha confermato Vito Testaj, che “accontenta i palati più diversi” e che punta anche “a un percorso di teatro fuori dal teatro per aumentare il coinvolgimento del pubblico”. Marilena Stefanoni (UASC) invece si è soffermata su alcuni spettacoli, su “alcuni momenti importanti come ad esempio la Compagnia La Ribalta, Carrozzeria Orfeo, Vetrano e Randisi e ‘Le serve’ di Genet”.   

Ritorna quindi la stagione teatrale di San Marino Teatro: anche quest’anno la proposta teatrale si mostra varia e articolata all’interno di un percorso che vede il teatro come luogo di comunità per la sua missione culturale, sociale e di intrattenimento. Un programma che vuole comprende e affrontare, tramite la messa in scena teatrale, aspetti della società ma anche del sé, in un dialogo fra linguaggi diversificati, adattamenti di classici a temi di attualità e rappresentazioni di grande impatto emotivo, per una riflessione critica e consapevole del vivere quotidiano. Lo spettacolo dal vivo permette di vivere un’esperienza unica e appassionante: il nostro obiettivo è offrire una proposta di qualità, ricca e innovativa, proponendo testi, artisti e registi importanti, con trasversalità nei temi e nella partecipazione. Dodici spettacoli in abbonamento, divisi tra Teatro Nuovo (4 spettacoli) e Teatro Titano (8 spettacoli) più 4 appuntamenti “fuori dal Teatro”, per un’offerta di grande emozione.

TEATRO NUOVO

Il cartellone del Teatro Nuovo verrà inaugurato giovedì 26 ottobre da un’opera lirico teatrale di Antonio Viganò, Compagnia La Ribalta – Kunst der Vielfalt, “Otello Circus”, ispirato alle opere di Verdi e Shakespeare e ambientato in un vecchio circo; martedì 14 novembre Anna Bonaiuto e Filippo Dini (anche regista della pièce) saranno i protagonisti di “Agosto a Osage County” di Tracy Letts, un viaggio sentimentale tra affetti, segreti, cinismo e humor nero; mercoledì 20 marzo, Vanessa Incontrada e Gabriele Pignotta porteranno in scena “Scusa sono in riunione… ti posso richiamare?”, una divertente commedia che ci porterà a ridere di noi stessi; mercoledì 3 aprile chiuderà la programmazione del Nuovo, Neri Marcorè con “La buona novella” di Fabrizio De André, uno spettacolo di Teatro Canzone che intreccia le canzoni del grande cantautore con brani dei Vangeli apocrifi.


TEATRO TITANO

Aprirà il programma del Titano martedì 5 dicembre “Ciao amore ciao – un’indagine su Tenco”, portato in scena dalla Compagnia Asini Bardasci, uno spettacolo tra musica e parole sulla figura di Luigi Tenco (leggi qui la RECENSIONE di Alessandro Carli per San Marino Fixing); venerdì 12 gennaio, ritorna a San Marino, Simone Cristicchi con “Franciscus. Il folle che parlava agli uccelli”, il suo nuovo progetto tra riflessioni e canzoni inedite, incentrate sulla figura di San Francesco; mercoledì 24 gennaio sarà la volta di Carrozzeria Orfeo con “Salveremo il mondo prima dell’alba”, ultima creazione del famoso gruppo teatrale che racconta un’umanità confusa e impaurita, sopraffatta dall’ossessione di questo continuo doversi vendere, con il terrore che nessuno ti voglia mai comprare; martedì 30 gennaio, Michele Di Giacomo interpreta e dirige “Io sono mia moglie”, la storia di Charlotte Von Mahlsdorf,  transgender sopravvissuta al nazismo e al regime comunista; venerdì 16 febbraio, Gegè Telesforo e la sua band nel concerto “Big Mama legacy” con un personale tributo al blues e alle formazioni del periodo jazz-groovy fine anni ’50; venerdì 8 marzo, in occasione della giornata della donna, uno spettacolo irriverente, tra il comico e il serio “Di donne e di pene” di e con Patrizia Bernardi; venerdì 15 marzo, Enzo Vetrano e Stefano Randisi porteranno in scena “I Macbeth”, molto liberamente ispirato a Macbeth di William Shakespeare e a stragi dei giorni nostri; chiuderà il cartellone, mercoledì 27 marzo “Le serve” di Jean Genet con Eva Robin’s, Beatrice Vecchione e Matilde Vigna, una messinscena avvincente ispirata a un reale fatto di cronaca.

SGUARDI OLTRE LA SCENA

In aggiunta ai due cartelloni, dopo il positivo riscontro ottenuto la scorsa stagione, torna la rassegna pomeridiana e domenicale fuori abbonamento, intitolata “Sguardi oltre la scena” che prevede appuntamenti realizzati in luoghi non consueti. La rassegna mira a portare delle rappresentazioni fuori dai luoghi tradizionali del teatro, abitando il territorio e trasformando uno “spazio altro” in un luogo teatrale e d’incontro, al fine di favorire e rafforzare la vicinanza fra il pubblico e i protagonisti della scena teatrale.
Domenica 26 novembre, a Palazzo Graziani, Città di San Marino (ore 17.00) in vicinanza della giornata contro la violenza sulle donne, Antonio Fazzini porterà in scena “La donna fatta a pezzi” tratta dalla raccolta di Alessia Djebar, scrittrice algerina; il 3 dicembre (ore 15.30) presso la Sala “Il Ritrovo” di Fiorentino con David Riondino e Dario Vergassola ne “I nostri classici”, uno “scontro” tra i due comici sui temi della letteratura classica; domenica 3 marzo (ore 17.00), alla Sala Montelupo di Domagnano, Giostremia, ovvero Simonetta Agarici, Sara Jane Ghiotti, Serena Lucchi, Michela Zanotti e Emanuela Valmaggi si esibiranno nel concerto “Donne in musica”; domenica 14 aprile (ore 17.00) presso Giorgia Boutique, Fiorina, Silvio Castiglioni in “Filò_ Storia di uno Zanni all’inferno”, uno spettacolo che ruota attorno alla figura di un inquieto cantastorie costretto a vestire i panni di Arlecchino, con le parole del poeta Andrea Zanzotto che durerà il tempo di preparazione e cottura di un risotto col tastasàl che verrà servito agli spettatori.

I COLLATERALI

Davvero ghiotta anche le proposte fuori abbonamento, tutte al “Nuovo” di Dogana: Enrico Brignano il 17 e 18 novembre sarà impegnato in “Ma… diamoci del tu”; il 15 dicembre Maurizio Battista in “Ai miei tempi era così”; il 30 e 31 dicembre “A Christmas Carol musical”; il 5 gennaio Luca Ravenna in “Red sox”, il 28 febbraio Giuseppe Giacobazzi ne “Il pedone”.

Al termine delle rappresentazioni, Titancoop offrirà un delizioso aperitivo agli intervenuti.
Per accedere agli appuntamenti, a posti limitati occorre prenotarsi al numero 0549 882452 oppure info.istituticulturali@pa.sm
La campagna abbonamenti (che terminerà domenica 22 ottobre) e la vendita dei Carnet, avranno inizio lunedì 16 ottobre, (al Teatro Concordia dalle ore 17.00 alle ore 20.00 oppure sul sito www.sanmarinoteatro.sm), mentre la vendita dei biglietti inizierà lunedì 23 ottobre tutti i martedì dalle ore 17.00 alle 20.00, online sul sito www.sanmarinoteatro.sm e sul sito VIVATICKET.
Per accedere agli appuntamenti a posti limitati della rassegna Sguardi oltre la scena, non acquistabile sul sito, è consigliata la prenotazione.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento