Home Consorzio Terra di San Marino

Residenti: si avvicina quota 34mila, ma non per le nascite

da Daniele Bartolucci

“Al  31  dicembre  2021  la  popolazione  residente  risulta  pari  a  33.698  unità  (di  cui  49,4%  maschi  e  50,6% femmine),  rispetto  all’anno  precedente  è  aumentata  di  71  unità  (+0,2%)”. Questa la sintesi numerica che gli esperti dell’Ufficio Statistica hanno elaborato nel consueto Bollettino trimestrale, che fotografa anche la situazione demografica nazionale. Se, dunque, quota 34mila è sempre più vicina, è anche vero che “la  popolazione  presente, comprendente  anche  i  soggiornanti,  ammonta  a  34.976  unità  (+0,5%  rispetto  a  dicembre  2020)”. E’ forse questo il dato più interessante, anche perché la popolazione presente aumenta più rapidamente di quella dei residenti. Una dinamica da non confondersi con la sola immigrazione: perché se è vero che “nel  2021  sono  immigrati  368  individui  (+27  rispetto  all’anno  precedente) – la  maggior  parte  di  essi proviene  dall’Italia  (302  immigrati)  e  di  questi  167  individui  provengono  dalla  provincia  di  Rimini;  222 immigrati  hanno  la  cittadinanza  italiana – gli  emigrati  ammontano  a  197  individui  (+28  rispetto  al  2020),  di cui  157  hanno  scelto  l’Italia  come  destinazione”.  Il saldo sarebbe dunque di +171, a cui, però, si devono aggiungere i “naturalizzati”, che negli ultimi anni, complice anche la nuova normativa, sono cresciuti parecchio: solo nei giorni scorsi ne sono stati proclamati ben 46 in un’unica cerimonia: 30 di questi sono originari dell’Italia, ma ci sono anche nuovi cittadini provenienti da est Europa, Croazia, Svezia e Barbados). Nello specifico, infatti, “analizzando  lo  sviluppo  della  popolazione  presente  negli  ultimi  dodici  mesi  è  possibile  constatare  che  i cittadini  sammarinesi  sono  aumentati  di  56  unità  e  rappresentano  l’80,6%  della  popolazione,  quelli  italiani, che  rappresentano  il  15,3%  della  popolazione,  sono  aumentati  di  108,  mentre  gli  abitanti  con  cittadinanze diverse  da  quelle  appena  elencate  (4,1%  della  popolazione)  hanno  segnato  un  aumento  del  +0,5%.

NATALITÀ E MORTALITÀ

Altro dato significativo riguarda il rapporto tra nascite e morti, che è negativo da diverso tempo e che, se non ci fossero stati i soggiornanti e i naturalizzati, avrebbe di fatto ridotto la popolazione presente e non, come avvenuto, aumentata. “I  nati  vivi  da  gennaio  a  dicembre  2021  ammontano  a  212  (-12  rispetto  allo  stesso  periodo  del  2020)”, spiega infatti il Bollettino di Statistica, “mentre  i  deceduti  sono  stati  314  (-31  rispetto  al  2020).  La  causa  di  morte  più  diffusa  è  per  malattie  del sistema  circolatorio,  circa  il  30,4%  del  totale,  mentre  i  deceduti  a  causa  del  Coronavirus  o  delle  sue conseguenze  sono  55,  pari  al  17,6%  del  totale.  Il  saldo  naturale  si  presenta  negativo  di  100  unità, attenuando  di  poco  il  saldo  negativo  del  2020  (-119)”.

LE FAMIGLIE

Interessante, quindi, anche l’evoluzione delle famiglie. “I  matrimoni  celebrati,  ove  almeno  un  coniuge  è  cittadino  sammarinese,  nel  2021  sono  stati  118  (+3 rispetto  al  2020),  la  maggior  parte  di  essi,  pari  al  60,2%,  è  stato  celebrato  con  rito  civile. I  nuclei  famigliari  sono  14.582,  in  aumento  rispetto  allo  scorso  anno  di  72  unità,  con  un  numero  medio di  componenti  pari  a  2,30.  Serravalle  è  il  Castello  più  popolato,  nel  quale  risiede  il  32,9%  della  popolazione, seguito  da  Borgo  Maggiore  e  San  Marino”.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento