Home Dal giornale BCSM, in calo gli impieghi lordi verso la clientela

BCSM, in calo gli impieghi lordi verso la clientela

da Alessandro Carli

Nel secondo trimestre 2021, evidenzia il bollettino informativo di Banca Centrale della Repubblica di San Marino, “gli impieghi lordi verso la clientela sono diminuiti di 33 milioni di euro, attestandosi a 2.227 milioni, principalmente in ragione dei rimborsi di finanziamenti e, in misura minore, dello stralcio di crediti ritenuti non più esigibili operati da un istituto di credito.  Le sofferenze lorde, pari a 558 milioni, hanno registrato un decremento di 14 milioni principalmente in ragione del citato stralcio di crediti. Gli impieghi netti verso la clientela, pari a 1.357 milioni, sono risultati in calo di 22 milioni (-1,6%).

I crediti in bonis netti sono diminuiti di 30 milioni, attestandosi a 867 milioni, mentre i crediti non performing netti (NPL), in aumento rispetto al trimestre precedente (+8 milioni), si ragguagliano a 490 milioni. Tra i crediti dubbi netti si evidenziano: crediti ristrutturati per 199 milioni (+18 milioni); sofferenze per 194 milioni (-3 milioni); incagli per 97 milioni (-2 milioni); crediti scaduti/sconfinanti per 1 milione (-5 milioni). Il coverage ratio sui crediti dubbi è pari al 63,8%, (65,2% sulle sofferenze). I crediti dubbi lordi rappresentano il 60,8% degli impieghi lordi (NPL Ratio a valori lordi), mentre i crediti dubbi netti costituiscono il 36,1% degli impieghi netti (NPL Ratio a valori netti).

IL PATRIMONIO

Al 30 giugno 2021 il patrimonio netto del sistema bancario si attesta a 249 milioni, in diminuzione di 10 milioni. La variazione rispetto a fine marzo 2021 è influenzata, prevalentemente, dalle valutazioni eseguite dalle banche in sede di redazione dei bilanci d’esercizio 2020 e dai risultati di periodo registrati dal sistema bancario nel corso del secondo trimestre 2021.

LE SOCIETÀ DI GESTIONE

A fine giugno 2021 i fondi comuni di diritto sammarinese attivi e gestiti dalle tre SG era pari a 14, di cui 4 istituiti ai sensi di specifici decreti legge nell’ambito di operazioni di ristrutturazione bancarie, di tipo chiuso e riservati esclusivamente alle banche sammarinesi, con attivi riconducibili prevalentemente a crediti dubbi (NPL). Il valore complessivo netto dei fondi comuni è risultato pari a 214 milioni, in aumento di 1 milione rispetto a fine marzo 2021. Del citato importo di 214 milioni, la parte riferita ai menzionati 4 fondi di crediti è pari a 76 milioni.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento