Home Notizie del Giorno “pulsAzioni”: Natalino Balasso presenta “Dizionario Balasso”

“pulsAzioni”: Natalino Balasso presenta “Dizionario Balasso”

da Redazione

Mercoledì 28 luglio alle ore 21.30 presso il Campo Bruno Reffi, nella Città di San Marino, Natalino Balasso celebre attore, comico e autore di teatro, cinema, libri e televisione, salirà sul palcoscenico di “pulsAzioni”, la rassegna promossa dalla segreteria di Stato Cultura, ideata e organizzata dagli Istituti Culturali. Ci sarà un grande libro al  centro del palco dove    troveremo oltre duecentocinquanta  lemmi incolonnati come in un dizionario. È un libro che   Balasso, consulterà col pubblico, pieno di parole in cerca di definizione. A seconda della parola casualmente trovata, Balasso improvviserà monologhi a partire dalla definizione del lemma. (ORIGINALE: Chi si accoda a una moda alle prime ore; ABBEVERATOIO: Bar per animali; SICUREZZA: E’ più cospicua nelle società più insicure; MERCATO: Ha regole intrinseche,  quando si è sul punto di scoprirle arriva una crisi epocale che azzera ogni regola; BUONSENSO: Disturbo contemporaneo che si cura con lo shopping, la televisione e i social; COMUNITA’: Club nel quale si può dimenticare di essere mediocri; OMOLOGATO: Persona che esce dal tunnel della libera scelta per entrare nel parcheggio dell’Ikea).

Il “Dizionario Balasso” è un corollario al precedente monologo, “Velodimaya”, sulla nostra comprensione del mondo. Ciò che governa questo nuovo monologo è la parola “definizione”, questo termine sarà disinnescato e raccontato perché la definizione è ciò che ci fa vedere il mondo in maniera distorta, che ci fa credere che la Verità sia una sentenza “definitiva”. La parola porta già nel suo corpo la menzogna perché ogni significato ha confidenza col suo contrario, così che si può estendere a tutti gli umani quel che Don De Lillo scrive nel suo magnifico Cosmopolis: “Mentire è il tuo modo di parlare”. Nel mondo contemporaneo le parole diventano “tag”, cioè etichettano le cose come si etichettano le mele: una ad una ma con lo stesso disegno. Il tag è definitivo per definizione, è la modalità tranciante in cui rientra la nostra comprensione della società.   Ogni concetto è una scatola chiusa di cui leggiamo solo l’etichetta: il tag. Cosa c’è nella scatola? Perché ci ostiniamo a tenerle chiuse quelle scatole? È qui che Balasso si produrrà nell’arte in cui è ormai specializzato: rompere le scatole.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Giovedì 29 luglio Laura Morante incontro e proiezione del film “Assolo” di cui è regista e interprete.

Domenica 1° agosto in collaborazione con SMIAF, Marlene Kuntz in “Post Pandemic Tour”.

L’ingresso a tutti gli appuntamenti è gratuito.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento