Home categorieComunicati Stampa Trasparenza, internazionalizzazione, formazione: l’attività dell’Ateneo

Trasparenza, internazionalizzazione, formazione: l’attività dell’Ateneo

da Redazione

SAN MARINO – Un’attività amministrativa all’insegna della trasparenza con la pubblicazione on-line di tutti gli atti del Senato Accademico e del Consiglio dell’Università, un bilancio giudicato ‘in salute’, l’avvio di borse di studio per gli studenti più meritevoli. E ancora: la nascita di nuove iniziative formative nei campi della nutraceutica e della gestione dei patrimoni artistici, un corso di produzione cinematografica, una biblioteca in crescita che cura oltre 60.000 volumi, un rilevante aumento delle immatricolazioni, la sottoscrizione di una serie di convenzioni che tocca gli Atenei di Urbino, Chieti, Milano, Firenze e Bologna. Queste le principali attività descritte nel tardo pomeriggio di ieri dal Rettore dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino, Corrado Petrocelli, durante la riunione del Patto Territoriale che ha raccolto nell’Aula Magna dell’Ateneo cittadini e istituzioni, dai vertici delle associazioni di categoria ai sindacati, dalle Giunte di Castello a professionisti e rappresentanti dei media, dai Segretari di Stato agli Eccellentissimi Capitani Reggenti, che hanno inoltre visitato la struttura universitaria, soffermandosi in particolar modo sulla mostra “SMOD/DesignX”, una selezione di progetti degli studenti dei Corsi di Laurea in Design.

Nel suo intervento il Rettore si è concentrato sulle ricadute per il territorio legate alle molteplici attività dell’Ateneo, ma ha anche messo in guardia rispetto alle sfide future che condividerà con il Paese, rilevando l’esigenza di “avere un territorio che si riconosce nella sua Università”. Dopo aver sottolineato la necessità di poter contare su strutture di accoglienza per assecondare le richieste previste con l’arrivo di studenti e docenti dall’estero alla luce degli accordi sottoscritti a livello internazionale dentro e fuori i confini europei, compresi gli Stati Uniti, il Brasile, Cuba e l’Australia, Petrocelli si è detto inoltre fiducioso in vista della definizione del ‘fabbisogno’ che sta attualmente impegnando il Congresso di Stato.

Proprio dal governo, il Segretario di Stato all’Istruzione, Giuseppe Morganti, ha annunciato che “i nuovi vertici di Banca Centrale nelle prossime settimane avranno l’opportunità di incontrare l’Università alla luce del percorso di trasformazione che San Marino affronterà nel mondo bancario, dove c’è necessità di professionalità e specializzazione”. Una dichiarazione con cui ‘Ateneo viene individuato come referente principale per la formazione degli addetti del settore.

La riunione del Patto Territoriale è stata occasione per un confronto fra i presenti, i vertici dell’Ateneo e le istituzioni, con una serie di interventi che hanno interessato settori come l’agroalimentare e l’economia digitale. Il direttore dell’Istituto Giuridico Sammarinese, Lanfranco Ferroni, ha annunciato in conclusione l’organizzazione di un convegno su “convivenze, famiglie e adozioni, a 30 anni dalla definizione del ‘diritto di famiglia’ a San Marino. L’intenzione – ha spiegato – è promuovere una riflessione affinché il Titano si allinei alle normative internazionali in materia”.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento