Home categorieComunicati Stampa Mercoledì 15 luglio, sesta giornata della 45a edizione del Santarcangelo Festival 15

Mercoledì 15 luglio, sesta giornata della 45a edizione del Santarcangelo Festival 15

da Redazione

Nella sesta giornata di Santarcangelo Festival 15, mercoledì 15 luglio, al Supercinema ultima proiezione del film The Magic Bullet di Markus Ohrn, della durata di 49 ore (00.00-22.00), con un secolo di tagli della censura svedese.

Alle 18.00 appuntamento al Parco dei Cappuccini per la camminata di chiusura del workshop Incontri del Terzo Luogo di Leonardo Delogu, avviato a Santarcangelo con l’obiettivo di aprire spazi di indecisione, ovvero luoghi abitati capaci di accogliere la diversità e stimolare l’invenzione biologica, e di studiarne le analogie con lo spazio della creazione artistica.

Proseguono Azdora di Markus Ohrn allo Spazio Saigi (ore 19-22, ritual#6 ore 19.30), gli itinerari sonori tra uno spazio pubblico e uno privato proposti in Audio Guide (ore 10.30-12.30/17-21) di Cristian Chironi e Antologia di S. (ore 10-2) di Muta Imago, e Time has fallen Asleep in the Afternoon Sunshine di Mette Edvardsen, libri viventi che si aggiungono a quelli custoditi nella Biblioteca Comunale A. Baldini pronti a raccontare le loro storie dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00.

Alle 20.30 al Supercinema ultima proiezione del film Modest Reception di Mani Haghighi, che inquadra l’Iran dei nostri giorni attraverso il viaggio di un uomo e una donna lungo le regioni montagnose del Paese alla ricerca di qualcuno che esaudisca le loro insolite richieste.

Numerose le proposte ad ingresso libero, capaci di coinvolgere un pubblico eterogeneo, come si è visto lunedì sera prima con i bravissimi ragazzi della Non-Scuola in La Fattoria degli animali, applauditissimi sul palco di Piazza Ganganelli, quindi con la danza scatenante di T-Rex del collettivo Strasse, che ha contagiato giovani, meno giovani, teatranti, mamme, bambini e persino le azdore. Alla Scuola Elementare Pascucci proseguono le mostre DET/una frazione di secondo di Strasse (ore 10-13, 16-23) – cui si aggiunge, sempre del collettivo tedesco, alle 21,30 in piazza Ganganelli Following, ovvero come fare di un film una colonna sonora e di una colonna sonora un film – e la videoinstallazione Capture Practice di Arkadi Zaides (ore 18-22). Da visitare sempre alla Scuola elementare anche 1 place and 14400 seconds di Maria Lucia Cruz Correia (ore 18-22) e la mostra Aula 2B (ore 10-13, 16-23) di Anna Biagetti, Margherita Morgantin, Filippo Tappi e Italo Zuffi. Nel cortile il dibattito Body as Archive tra Mette Edvardsen e Pierangelo Fontana (ore 18) nell’ambito del progetto The School of Exceptions, oltre al progetto The Political Party di Michiel Vandevelde (ore 17-20). A Mutonia la mostra Vertigo Truth (ore 17-22).

La giornata si conclude con il programma di concerti Chiamatemi Ismaele Suoni in attesa di ascolto in Piazza delle Monache dalle 22.30 e il dj set/live set del Dopofestival nel cortile della Scuola Elementare Pascucci dalle 23.30. Mercoledì 15 si esibiranno in Piazza Ganganelli alle ore 21.30 i noti Giardini di Mirò e in Piazza delle Monache il producer veneziano Yakamoto Kotzuga accompagnato dal polistrumentista Stefano “Stèv” Fagnani.

La biglietteria è aperta in piazza Ganganelli. Prevendita telefonica fino a sabato 18 luglio dalle 10.30 alle 13.00 telefonando al numero 0541 622665.

Sono previste varie forme di abbonamento.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento