Home FixingFixing Le nuove professionalità che servono alle aziende

Le nuove professionalità che servono alle aziende

da Redazione

I nuovi percorsi formativi di Anis per Amministrazione e Operations.

 

di Daniele Bartolucci

 

Le aziende, al pari della società, stanno affrontando un processo di cambiamento importante: la crisi economica da una parte e i mercati sempre più competitivi hanno rese necessarie ristrutturazioni e trasformazioni a volte anche molto rapide. E per questo si devono dotare di nuove professionalità, dando ai propri dipendenti e collaboratori gli strumenti per affrontare nuove esigenze. Anche in questa fase Anis è al fianco delle imprese, attraverso INforma – il proprio sistema di formazione che opera in sinergia con Alluminio Sammarinese, Ceramica Del Conca, Colombini e Sit – che ha appena inaugurato il “Master in General Management”. Un corso di formazione rivolto ai futuri manager e dirigenti d’azienda, che oggi hanno la necessità di conoscere e comprendere tutte le esigenze dell’impresa: avere una visione a 360° di ciò che all’interno della stessa viene fatto quotidianamente è infatti un requisito fondamentale. Parallelamente al Master, giunto alla quinta edizione, sono state sempre ideate e proposte numerose giornate di formazione, volte ad aggiornare e sviluppare alcune competenze specifiche. Di fronte però al cambiamento in atto, è stato messo in campo un ulteriore progetto, questa volta rivolto a tutte quelle figure intermedie, oggi chiamate a svolgere funzioni più complesse con un ruolo più attivo e propositivo di un tempo, soprattutto per quelle aziende che si strutturando. Questo progetto si concretizza in due percorsi formativi: un mini master in “Amministrazione, Finanza e Controllo” ed uno di “Operations management: pianificazione e controllo di logistica, acquisto e produzione”, che partiranno subito dopo Pasqua, lunedì 13 aprile. Il primo corso punta a valorizzare le risorse dell’area amministrativa, rinnovandone le competenze in funzione del ruolo che oggi sono chiamate a ricoprire, ovvero accompagnare attivamente i processi decisionali con strumenti, analisi ed informazioni che diano vero valore aggiunto nella gestione del business. Il secondo corso invece si rivolge alle nuove figure di raccordo che gestiscono settori strategici come l’acquisto, la logistica e la produzione. In questo caso, l’obiettivo principale di recuperare margini sulle inefficienze, è nella natura stessa di questi settori, ma non è l’unico: il servizio al cliente e aumentare la competitività dell’azienda sono altrettanto fondamentali. Ed è per questo servono specializzazioni, acquisibili attraverso la formazione di chi già opera in azienda, come di chi vuole acquisire queste capacità per proporre in futuro collaborazioni alle aziende. Guardando al futuro, inoltre, Anis sta valutando l’opportunità di un analogo percorso in area commerciale/marketing, perché oltre a ridurre le inefficienze e gestire al meglio i processi produttivi, occorre anche far crescere i fatturati, aumentare i clienti e ampliare il proprio mercato.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento