Home NotizieSan Marino Approvato in Consiglio Grande e Generale il Decreto sul plurilinguismo nelle scuole

Approvato in Consiglio Grande e Generale il Decreto sul plurilinguismo nelle scuole

da Redazione

Nell’anno scolastico in corso sono state coinvolte solo alcune classi con attività pilota ma dal prossimo anno tutti gli studenti delle scuole sammarinesi parteciperanno ad attività scolastiche in ambiente multilingue.

 

Nella seduta del 20 gennaio, il Consiglio Grande e Generare ha approvato in via definitiva il Decreto di Sperimentazione del plurilinguismo nelle scuole sammarinesi.

Tale sperimentazione consiste nell’utilizzo di lingue diverse dall’italiano nella normale attività delle classi. Nell’anno scolastico in corso sono state coinvolte solo alcune classi con attività pilota ma dal prossimo anno tutti gli studenti delle scuole sammarinesi parteciperanno ad attività scolastiche in ambiente multilingue.

Obiettivo generale della sperimentazione è quello di rendere ogni fase del sistema scolastico sammarinese (dal Nido alla scuola secondaria) un ambiente di apprendimento multilingue per promuovere il plurilinguismo degli studenti.

Il progetto include tutti gli ordini scolastici perché il cervello di un bambino è naturalmente predisposto all’acquisizione di un linguaggio. Quindi prima si parte, più consolidata sarà la predisposizione all’utilizzo di più linguaggi.

Il plurilinguismo porta molti benefici allo sviluppo cognitivo degli studenti, in tutti gli apprendimenti di tutte le discipline. Infatti una persona plurilingue utilizza meglio tutte le lingue e con una maggiore sensibilità comunicativa. Inoltre, è aperta a nuovi orizzonti e quindi promuove l’integrazione e la coesistenza armoniosa in una società multiculturale.

La sperimentazione di plurilinguismo pone le scuole sammarinesi all’avanguardia in quanto non è una attività finalizzata al solo imparare una lingua straniera”ma si pone scopi più alti: formare persone plurilingue che vivono, comprendono e interagiscono con il mondo.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento