Home FixingFixing Ricavi: la certificazione sarà per via telematica

Ricavi: la certificazione sarà per via telematica

da Redazione

Lo stabilisce il Decreto Delegato numero 134, in vigore dal 1° ottobre 2014. Due le strade: portale o Carta SMaC. Esenti i distributori automatici.

 

A cavallo di ferragosto, la Repubblica di San Marino ha approvato (e pubblicato sul portale www.consigligrandeegenerale.sm) il Decreto Delegato numero 134, che norma la “Certificazione dei ricavi degli operatori economici in via telematica”.  

Dopo aver ricordato che le disposizioni entreranno in vigore dal 1 ottobre 2014, andiamo a vedere le linee principali del D. D.

L’art. 2 stabilisce che “Tutti gli operatori economici che effettuino Cessioni nei confronti di soggetti privati non operatori economici” dovranno procedere “alla certificazione dei ricavi mediante l’utilizzo della Carta SMaC o del Portale SMaC”. Saranno però esenti dall’obbligo le Cessioni effettuate mediante distributori ed erogatori automatici.  

L’art. 4 introduce la registrazione delle Cessioni, che dovranno essere “registrate dall’operatore economico al momento del pagamento del corrispettivo” o mediante utilizzo della Carta SMaC nel caso in cui il cliente ne sia munito oppure attraverso il portale SMaC in tutti i casi in cui il cliente non sia munito di Carta SMaC.

In caso di pagamento mediante l’utilizzo di intermediari finanziari e dunque in via esemplificativa mediante bonifico, ricevuta bancaria o altre analoghe modalità, la registrazione delle Cessioni deve avvenire entro sessanta giorni dal momento del pagamento del corrispettivo. Il corrispettivo oggetto di registrazione è comprensivo della imposta sulle importazioni (Legge 22 dicembre 1972 n. 40 e successive modifiche).

A seguito della registrazione delle Cessioni (art. 5), “viene emessa una ricevuta cartacea che l’operatore economico deve consegnare al cliente, il quale è tenuto a conservarla fino alle immediate adiacenze del luogo delle Cessioni al fine di esibirla alla Autorità che ne faccia richiesta”.

In caso di temporaneo malfunzionamento della carta SMaC o del portale, l’art. 6 chiarisce che l’operatore economico è tenuto a registrare le Cessioni effettuate entro i tre giorni successivi al ripristino della funzionalità del sistema. L’operatore economico inoltre è tenuto a comunicare, secondo le modalità stabilite da circolare dell’Ufficio Tributario, la data, l’ora di inizio e di ripristino del funzionamento.

Infine l’articolo 10, che fa chiarezza sulla richiesta di adesione al sistema. In estrema sintesi, gli operatori economici che intendono effettuare Cessioni in favore di soggetti privati non operatori economici sono tenuti ad effettuare la richiesta di connessione al circuito SMaC mediante la procedura indicata con circolare dell’Ufficio Tributario.  

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento