Home FixingFixing Questione di num3ri di venerdì 11 luglio

Questione di num3ri di venerdì 11 luglio

da Redazione

Se per l’Italia intera l’11 luglio (1982) è il mondiale spagnolo, per San Marino è (anche) la data di nascita di Bartolomeo Borghesi (1781).

 

Se per l’Italia intera l’11 luglio (1982) è il mondiale spagnolo, per San Marino è (anche) la data di nascita di Bartolomeo Borghesi (1781), savignanese di nascita ma divenuto un fondamentale personaggio storico sammarinese: molto apprezzato dai contemporanei, è noto soprattutto per aver posto le basi scientifiche della disciplina numismatica. Che si tratti di sport o di storia, oggi occorre essere particolarmente eleganti: lo stilista Giorgio Armani (1934) copie gli anni. Ma c’è tanto, tanto altro, oggi 11 luglio. A partire da quel lontano 1576 quando Martin Frobisher avvistò la Groenlandia e poi via, rapidi, verso le Americhe. Oggi, quella del Nord, festeggia due ricorrenze: l’istituzione del corpo dei Marines (1789) e quella del 1955, quando la frase “In God we trust” (“In Dio noi confidiamo”) venne aggiunta su tutte le banconote statunitensi.

Ma c’è anche un 11 che potrebbe provocare qualche mal di pancia. Secondo l’indagine stimata dalla Confcommercio, per riuscire a riportare l’economia italiana in pari saranno necessari 11 anni.

Chi poi non gioisce è il mercato delle due ruote: a maggio le immatricolazioni hanno fatto segnare un -11%. Sempre in Italia, un 11 con il segno positivo. Istat ha annunciato che le vendite al dettaglio di prodotti alimentari ad aprile sono salite del 6,7% su base annua, come non accadeva da maggio del 2003, ovvero da 11 anni.

Impietoso poi lo studio “Rapporto sul Benessere Equo e Sostenibile (Bes 2014)” dell’Istat e del Cnel. Nel Mezzogiorno le persone “che vivono in famiglie assolutamente povere” ha toccato gli 11 punti percentuali. Sorriso orientale invece per la Svizzera. Nell’ultimo lustro gli scambi commerciali gli elvetici e la Cina si sono rimpolpati. Solo nel 2013 la Confederazione ha importato beni per oltre 11 miliardi di franchi. Sull’11 gira il cambiamento delle banche, Abi in collaborazione con GfK-Eurisko, ha stimato che oltre 3 milioni di clienti (l’11%) scelgono lo smartphone per dialogare in mobilità con l’istituto.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento