Home NotizieSan Marino San Marino, la segreteria al territorio sull’incendio di Sassofeltrio

San Marino, la segreteria al territorio sull’incendio di Sassofeltrio

da Redazione

Sono già stati acquisiti i primi dati delle analisi compiute in prossimità dell’epicentro dell’incendio in particolare riguardo alle acque e al momento risultano valori che rientrano nei parametri previsti dalle norme.

 

SAN MARINO – Nel far seguito alle comunicazioni già fornite nei giorni scorsi, il presente comunicato, predisposto in collaborazione con il Capo della Protezione Civile e il Direttore del Dipartimento Prevenzione, intende aggiornare sugli effetti conseguenti all’incendio nel comune di Sassofeltrio che riguardano il territorio sammarinese.

Rispetto ai giorni precedenti, l’incendio e la colonna di fumo risultano notevolmente ridimensionati anche se al momento l’incendio non è completamente estinto. Per effetto della distanza e per la circolazione dei venti l’impatto dei fumi non ha comportato fino ad oggi rischi particolari per la salute pubblica e per il nostro ambiente. La circolazione dominante dei venti fino ad ora è risultata favorevole allontanando e disperdendo i prodotti della combustione.

Sono già stati acquisiti i primi dati delle analisi compiute in prossimità dell’epicentro dell’incendio in particolare riguardo alle acque e al momento risultano valori che rientrano nei parametri previsti dalle norme.

E’ comunque iniziata una campagna di monitoraggio anche sul territorio sammarinese e in questa prima fase verranno controllate aria e campioni di terreno.

L’attività di monitoraggio avviene in stretta collaborazione con la Protezione Civile della Regione Marche, i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale Pesaro Urbino, l’Arpam della Regione Marche e l’Arpa di Rimini.

Non si ritiene che al momento, in base a quanto acquisito e sopra indicato, sia necessario intraprendere nel nostro territorio misure restrittive e/o precauzionali.

Naturalmente la situazione è in evoluzione e sotto costante monitoraggio e, qualora si rendesse necessario, verranno successivamente intraprese idonee iniziative. L’unico suggerimento per chi consuma ortaggi di propria produzione è quello, come di prassi, di lavarli bene.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento