Home FixingFixing San Marino, per ampliare l’offerta ecco il black jack “live”

San Marino, per ampliare l’offerta ecco il black jack “live”

da Redazione

La proposta di Giochi del Titano: la classica corsa al 21, ma non contro il banco, bensì in modalità torneo. Il direttore di GdT, Salvatore Caronia: “La modalità torneo ci aiuta a differenziarci dall’Italia”.

 

SAN MARINO – Il 21 è il numero magico degli amanti del black jack. A Las Vegas come a San Marino. La differenza è che, da qualche giorno a questa parte, sul Titano il grande rivale non è più il banco, ma l’avversario seduto al tuo fianco.

Venerdì 13 dicembre – ecco un altro numero magico – la sala slot al Diamond di Rovereta, la struttura che ospita la Giochi del Titano, ha visto varcata una nuova frontiera del gioco, con il primo torneo di black jack live. Niente computer ma carte vere e rivali altrettanto veri, per sfide all’ultima fiche.

Il gioco è semplice: i concorrenti devono totalizzare o avvicinarsi il più possibile, carta dopo carta, al fatidico 21. Ma la modalità torneo – brevetto registrato alla Siae – prevede che a vincere, tra i vari concorrenti in gioco, sia appunto quello che alla fine del mazzo si ritrova davanti a sé il maggior gruzzolo di fiches rispetto ai rivali. Per giocare occorre dunque avere un occhio rivolto alle carte e l’altro agli altri concorrenti.

 

IL PRIMO TORNEO RISERVATO AI MEDIA

Il primo torneo è andato in scena in modalità freeroll: si è trattato di una sorta di esibizione riservata ai giornalisti, con ingresso gratuito ma un montepremi vero, nello specifico un iPad Air, che per la cronaca è stato vinto da Alex Greco, di Gioco News. Per terminare il racconto della giornata del debutto, i numeri – ancora loro – raccontano di un’ottima partecipazione, con tavoli assai affollati. Un buon inizio, insomma. E adesso, fanno sapere dalla Giochi del Titano, oltre al black jack torneo sarà possibile giocare anche partite sit&go che cominciano non appena si raggiunge il quorum minimo di 5 iscrizioni, con sei smazzate e un unico vincitore.

 

NON SOLO BLACK JACK: TRAIETTORIE DI SVILUPPO

“L’introduzione di questo gioco – afferma il Direttore della Giochi del Titano, Salvatore Caronia – va nella direzione, da noi già decisa da tempo, di rendere sempre più netta la distinzione della nostra sala gioco con la crescente concorrenza delle sale slot nel territorio italiano. Soprattutto ci vogliamo differenziare in maniera consistente nel nostro bacino di riferimento. Il black-jack come lo abbiamo proposto noi offre una modalità nuova e originale, chiaramente consentita dalla legge sammarinese. Confidiamo che al pubblico piaccia, e in questo caso siamo pronti a riproporre anche altri classici giochi rivisitati utilizzando lo stesso concetto”.

Seguendo quali filoni?

“Nel poker ad esempio poter giungere all’introduzione della modalità cash è fondamentale, se vogliamo affrontare la concorrenza. Così come sarebbe importante implementare ulteriori possibilità di gioco che abbiamo già individuato e sviluppato e che da tempo sono all’attenzione del Governo, per uno sviluppo sia dei giochi elettronici sia di quelli live”.

Ampliare l’offerta, per Giochi del Titano è l’unica via percorribile.

“Come Giochi del Titano abbiamo già sottoposto a Ente Giochi e al Governo diverse altre scelte, che a nostro avviso dovrebbero essere maturate, se vogliamo salvaguardare questo patrimonio. Oggi il mercato del gioco è in continua evoluzione, ci è richiesto un grande dinamismo, e San Marino deve affrontare questa realtà offrendo novità sempre diverse ai clienti. Noi negli ultimi anni siamo andati in questa direzione, caratterizzandoci chiaramente, e la risposta c’è stata. Nonostante la crisi economica e la congiuntura di una concorrenza massiccia infatti GdT ha tenuto e ha tenuto bene, come conferma anche il raffronto con le principali case da gioco italiane. Ma non possiamo cullarci su questi messaggi tutto sommato positivi: il mercato va avanti veloce e noi dobbiamo anticiparlo. E ancora una volta mi auguro che vengano seguite con attenzione le nostre proposte”.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento