Home NotizieSan Marino Patrimoniale – Le Finanze incontrano la CSU. Chiesto di alzare la quota esente

Patrimoniale – Le Finanze incontrano la CSU. Chiesto di alzare la quota esente

da Redazione

Giri di valzer introno alla questione patrimoniale. Il Segretario delle Finanze ha incontrato ieri la CSU che ha definito l’incontro interlocutorio. Ha chiesto di aumentare la quota esente.

350 euro per la prima casa, corrispondono ad un appartamento di 80 metri quadri con un garage. La richiesta è stata quella di alzare la soglia a poco più di 500 euro. Il segretario CDLS Tura, sostiene che se la patrimoniale deve essere perenne – come chiesto dal FMI va estesa a tutti i patrimoni, anche quelli accatastati all’estero.

Intanto L’Unione Sammarinese dei Lavoratori ribadisce il proprio giudizio sulla patrimoniale che, seppur venga da molti definita “doverosa” perché è giusto che chi ha di più contribuisca di più, in realtà è uno strumento recessivo la cui introduzione aumenta il carico fiscale sulle spalle dei contribuenti onesti, già messi a dura prova dalla perdita del potere di acquisto e da un aumento senza precedenti della disoccupazione.

Pur riconoscendo lo stato di sofferenza in cui versano le casse dello Stato, chiediamo pertanto all’Esecutivo di aumentare la quota esente, fermo restando che questa tassa debba assolutamente essere un provvedimento una tantum. Inoltre, in qualità di organizzazione sindacale rappresentante le esigenze e le istanze di numerosi lavoratori e pensionati, l’USL chiede di partecipare al monitoraggio della gestione dei circa dieci milioni di euro che verranno recuperati dalla patrimoniale, così come indicato dalle stime effettuate dalla Segreteria alle Finanze. Ci si attende infatti che tali risorse vadano investite per misure concrete di rilancio della nostra economia, non per finanziare la spesa corrente, alimentando così una pericolosa spirale recessiva.

In un’ottica di trasparenza e valorizzazione della concertazione sociale, al fine di definire obiettivi comuni fra governo e parti sociali e mettere in campo comportamenti conseguenti, crediamo che garantire la piena tracciabilità delle risorse derivanti dalla patrimoniale sia un dovere fondamentale nei confronti dei cittadini chiamati a sostenere tale sacrificio.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento