Home categorieCultura Cesar Brie regala a San Marino “120 chili di jazz”

Cesar Brie regala a San Marino “120 chili di jazz”

da Redazione

Mercoledì 27 marzo il jazz approda in repubblica con “120 chili di jazz”; San Marino, infatti, è lieta di accogliere Cesar Brie, attore e regista argentino, protagonista della scena italiana degli ultimi anni (Teatro Titano ore 21.15).

di Francesca Bonfè

 

SAN MARINO – Mercoledì 27 marzo il jazz approda in repubblica con “120 chili di jazz”; San Marino, infatti, è lieta di accogliere Cesar Brie, attore e regista argentino, protagonista della scena italiana degli ultimi anni (Teatro Titano ore 21.15).

 

LO SPETTACOLO: 120 CHILI DI POESIA

Direttamente da Buenos Aires lo spettacolo racconta la storia-favola di Ciccio Mendez, uomo umile quanto grassissimo che vive in un villaggio del Sud America. Ciccio coltiva 3 amori, quello non corrisposto per una donna, quello per il jazz, ed infine quello per il cibo (da qui appunto 120 chili). Un mix di ironia e malinconia che ci insegna come il protagonista riesca a trarre dai propri amori una effettiva consolazione, trovando rifugio dalla sua immensa solitudine.

 

CESAR BRIE: UNA VITA PIENA DI PASSIONE

Cesar Brie nasce a Buenos Aires e arriva in Italia all’età di 18 anni con la compagnia teatrale “Comuna Baires” di cui è cofondatore. Successivamente sviluppa un’arte apolide, occupandosi di proporre le diverse realtà incontrate nel corso della sua vita passata, per scelta, in esilio. Segue l’inizio di una serie di spettacoli, quali ”A Rincorrere il Sole” assolo che porta il peso della sconfitta del movimento di lotta; “E tentavano infine di scappare” sul tema dell’elettroshock e “Ehi” lungimirante lavoro sul tema della morte. Dal 1980 per un decennio Brie si improvvisa autore, attore e regista, tramite le collaborazione con Rasmussen nel “Gruppo Farfa” e poi nel “Odin Teatret”. Nel 1991 fonda il Teatro Los Andes, con il quale inaugura una serie di spettacoli con matrice classica ma calati profondamente nell’attualità: “Romeo e Giulietta”, “Solo gli ingenui muoiono d’amore”, “L’Iliade”, “L’Odissea”.

Oggi Cesar Brie è ancora in Italia come pedagogo e autore/attore, e continua ad offrire straordinari monologhi affermati nel panorama culturale (come non citare “Karamazov”, del 2012, nominato tra le tre migliori regie al premio UBU).

 

 

* Classe 5EA Liceo Economico Aziendale San Marino


Questo articolo si inserisce nel progetto di esperienza giornalistica che Fixing sta portando avanti con il Liceo Economico Aziendale di San Marino.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento