Home NotizieSan Marino Crisi Idrica, la Segreteria di Stato: le forze dell’ordine intensifichino i controlli

Crisi Idrica, la Segreteria di Stato: le forze dell’ordine intensifichino i controlli

da Redazione

La Segreteria di Stato per il Turismo, lo Sport, la Programmazione Economica e i Rapporti con l’AASS fa appello alla cittadinanza affinché attui comportamenti idonei a diminuire il consumo dell’acqua potabile.

SAN MARINO – La Segreteria di Stato per il Turismo, lo Sport, la Programmazione Economica e i Rapporti con l’AASS fa appello alla cittadinanza affinché attui comportamenti idonei a diminuire il consumo dell’acqua potabile.

Dopo le segnalazioni e gli inviti rivolti alla popolazione tutta, la Direzione dell’Azienda Autonoma di Stato per i Servizi ha richiesto alle forze di Polizia di intensificare i controlli per verificare il rispetto dell’Ordinanza per il risparmio dell’acqua emessa il 19 luglio scorso.

Da tale data infatti l’Azienda non ha rilevato un significativo calo dei consumi idrici. E’ evidente quindi che la maggior parte degli utenti non ha modificato le proprie abitudini.

L’Ordinanza specificava che, esclusi i consumi per uso alimentare e di igiene personali e rivolti agli animali domestici e di allevamento, andava sospeso ogni altro uso dell’acqua potabile.

Polizia Civile, Guardie di Rocca, Gendarmeria hanno già iniziato a fare controlli e comminato le prime sanzioni per uso di acqua potabile non consentito dall’Ordinanza, come innaffiare prati, giardini, piante in vaso, lavare scale, strade, piazzali privati, riempire piscine, lavare privatamente veicoli, riempire cisterne o contenitori vari per fare provvista.

La Segreteria di Stato confida nel senso di responsabilità dei cittadini, a fronte di una seria crisi idrica dovuta a condizioni atmosferiche particolari.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento