Home FixingFixing E-commerce San Marino, Titanka!: “Il solo software non basta”

E-commerce San Marino, Titanka!: “Il solo software non basta”

da Redazione

Marco Baroni, direttore dei servizi web, entra nelle pieghe del commercio online. “Oggi le aziende sammarinesi che investono sulla vendita in Rete sono in continua crescita”.

 

di Alessandro Carli

 

Titanka è stata fondata nel 2000 e da circa 6 anni si occupa di piattaforme per l’e-commerce.

Marco Baroni, direttore dei servizi web, entra nelle pieghe del commercio online.

“Oggi le aziende sammarinesi che investono sulla vendita in Rete sono in continua crescita. Con risultati molto interessanti in termini di fatturato. Le imprese locali hanno capito che in questo modo si possono allargare, in maniera consistente, i confini”.

“Per avviare un sito di e-commerce non basta un investimento iniziale (Titanka ha messo a punto un software orizzontale in grado di allargare a ogni fruitore ogni modifica; per chi vuole usufruire della piattaforma, la spesa va dai 4 mila ai 10 mila euro): è necessario che ci sia anche una persona che lo segua: le vetrine vanno arricchite, vanno cambiati gli oggetti e preparate le schede descrittive”.

“Sarebbe come comperare in un negozio e vedere che non c’è il commesso. Poiché i prodotti rimbalzano a grande velocità sui motori di ricerca – non solo google ma anche Facebook e altri social media -, bisogna lavorare sul quotidiano. E soprattutto sulla fidelizzazione dei clienti. Il primo acquisto, per un sito di e-commerce, è una rimessa: tra battage pubblicitario e altre voci, la prima transizione può costare al venditore anche 30 euro”.

Per Marco Baroni “il Titano ha grandi prospettive di crescita su cui lavorare. Al di là dei prezzi più bassi, può far affidamento sulla SMaC. Basterebbe sincronizzare il codice dell’esercente con quello della fidelity card. La legge sull’e-commerce – che mette nero su bianco alcuni concetti-chiave – può attirare sul Monte nuovi player e nuove aziende: la certificazione dei siti web è una garanzia di trasparenza. Le condizioni fiscali che offre la Rupe rispetto all’Italia sono decisamente vantaggiose. Trattandosi poi di servizi e non di prodotti, non occorrono magazzini”.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento