Home categorieCultura San Marino, torna l’Alba sul Monte… in concerto

San Marino, torna l’Alba sul Monte… in concerto

da Redazione

Ventinove luglio, 5, 12, 19 e 26 agosto: queste le date previste per gli eventi musicali della quarta edizione di “…Alba sul Monte, in Concerto”. Appuntamento a partire dalle ore 6 del mattino nella spettacolare cornice degli Orti dell’Arciprete, a San Marino Città.

SAN MARINO – Ventinove luglio, 5, 12, 19 e 26 agosto: queste le date previste per gli eventi musicali della quarta edizione di “…Alba sul Monte, in Concerto”, singolare iniziativa culturale patrocinata dalle Segreterie di Stato per la Cultura, per il Turismo e per la Giustizia, in collaborazione con l’Associazione Musicale Camerata del Titano.

Prende avvio la IV edizione di “…Alba sul Monte, in Concerto”, singolare iniziativa culturale patrocinata dalle Segreterie di Stato per la Cultura, per il Turismo e per la Giustizia, in collaborazione con l’Associazione Musicale Camerata del Titano.

Presentata ieri, la suggestiva proposta concertistica alla presenza del Segretario di Stato Fabio Berardi, che si è detto ampiamente soddisfatto per il riscontro delle precedenti edizioni e fortemente motivato a riproporne la formula. E’ una proposta di qualità – così l’ha definita Berardi – che ormai da quattro anni è parte integrante del calendario degli eventi estivi e che continua a suscitare interesse nel pubblico, non solo sammarinese. Si tratta – ha aggiunto il Segretario di Stato – di una felice intuizione, che ripropone una formula vincente per l’orario, la location e lo scopo benefico.

Anche quest’anno, infatti, l’iniziativa prevede cinque domeniche di concerti (29 luglio, 5 – 12 – 19 – 26 agosto), a partire dalle ore 6 del mattino nella spettacolare cornice degli Orti dell’Arciprete (dietro l’abside della Basilica del Santo, in centro storico). L’idea è di far rivivere la magia e il successo registrato nei concerti all’alba degli anni passati, regalando al pubblico spettacoli di qualità e gradevolezza in una cornice naturale e suggestiva, da apprezzare soprattutto nella quiete mattutina.

Rispetto agli anni passati, il primo dei cinque concerti, con la regia del sammarinese Fabrizio Raggi e il supporto dell’associazione Voice Academy del canto e del teatro, sarà un’anteprima della rassegna con “Amor ch’attendi, amor che fai”. A seguire, la domenica successiva, “Fra classico e jazz”, con il Rossini Steet Quintet: un quintetto di sassofoni di cui fa parte anche il sammarinese Marco Cervellini, che proporrà una musica più classica ed orecchiabile. Domenica 12 agosto sarà la volta dei GanEden Ensamble, che rievocheranno, attraverso pianoforte, basso e flauto, le atmosfere della terra “Mediterranea”. Il 19 agosto protagonista sarà il suono dell’arpa di Paola Perrucci, e le suggestioni che questo evoca in “Chanson dans la nuit”. Infine, l’ultima domenica di agosto i Rejouissance Brass, un insieme di dieci ottoni, celebreranno il “Nessun dorma” dalla Turandot di Puccini.

La compagnia nazionale di danza Titanz animerà i concerti del 5, 12 e 19 agosto con proprie coreografie, animando lo spazio e la musica in maniera alquanto originale.

Al termine dei concerti sarà possibile fare colazione al costo di 2 euro, che saranno devoluti a favore delle popolazioni dell’Emilia Romagna colpite dal sisma.

L’accesso ai concerti è gratuito. L’iniziativa è realizzata anche grazie al contributo dell’Ente Cassa di Faetano.

Prende avvio la IV edizione di “…Alba sul Monte, in Concerto”, singolare iniziativa culturale patrocinata dalle Segreterie di Stato per la Cultura, per il Turismo e per la Giustizia, in collaborazione con l’Associazione Musicale Camerata del Titano.

Presentata oggi la suggestiva proposta concertistica alla presenza del Segretario di Stato Fabio Berardi, che si è detto ampiamente soddisfatto per il riscontro delle precedenti edizioni e fortemente motivato a riproporne la formula. E’ una proposta di qualità – così l’ha definita Berardi – che ormai da quattro anni è parte integrante del calendario degli eventi estivi e che continua a suscitare interesse nel pubblico, non solo sammarinese. Si tratta – ha aggiunto il Segretario di Stato – di una felice intuizione, che ripropone una formula vincente per l’orario, la location e lo scopo benefico.

Anche quest’anno, infatti, l’iniziativa prevede cinque domeniche di concerti (29 luglio, 5 – 12 – 19 – 26 agosto), a partire dalle ore 6 del mattino nella spettacolare cornice degli Orti dell’Arciprete (dietro l’abside della Basilica del Santo, in centro storico). L’idea è di far rivivere la magia e il successo registrato nei concerti all’alba degli anni passati, regalando al pubblico spettacoli di qualità e gradevolezza in una cornice naturale e suggestiva, da apprezzare soprattutto nella quiete mattutina.

Rispetto agli anni passati, il primo dei cinque concerti, con la regia del sammarinese Fabrizio Raggi e il supporto dell’associazione Voice Academy del canto e del teatro, sarà un’anteprima della rassegna con “Amor ch’attendi, amor che fai”. A seguire, la domenica successiva, “Fra classico e jazz”, con il Rossini Steet Quintet: un quintetto di sassofoni di cui fa parte anche il sammarinese Marco Cervellini, che proporrà una musica più classica ed orecchiabile. Domenica 12 agosto sarà la volta dei GanEden Ensamble, che rievocheranno, attraverso pianoforte, basso e flauto, le atmosfere della terra “Mediterranea”. Il 19 agosto protagonista sarà il suono dell’arpa di Paola Perrucci, e le suggestioni che questo evoca in “Chanson dans la nuit”. Infine, l’ultima domenica di agosto i Rejouissance Brass, un insieme di dieci ottoni, celebreranno il “Nessun dorma” dalla Turandot di Puccini.

La compagnia nazionale di danza Titanz animerà i concerti del 5, 12 e 19 agosto con proprie coreografie, animando lo spazio e la musica in maniera alquanto originale.

Al termine dei concerti sarà possibile fare colazione al costo di € 2, che saranno devoluti a favore delle popolazioni dell’Emilia Romagna colpite dal sisma.

 

L’accesso ai concerti è gratuito. L’iniziativa è realizzata anche grazie al contributo dell’Ente Cassa di Faetano.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento