Home NotizieSan Marino San Marino, per i frontalieri giovedì mobilitazione anti-tassa

San Marino, per i frontalieri giovedì mobilitazione anti-tassa

da Redazione

SAN MARINO – "La supertassa ci umilia come lavoratori e ci discrimina come uomini". All’insegna di questo slogan è in agenda domani, giovedì 23 marzo, una “Giornata di mobilitazione” per protestare contro l’articolo 56 della Finanziaria e la cosiddetta "supertassa" che penalizza (solo) i lavoratori frontalieri.

SAN MARINO – "La supertassa ci umilia come lavoratori e ci discrimina come uomini". All’insegna di questo slogan è in agenda domani, giovedì 23 marzo, una “Giornata di mobilitazione” per protestare contro la Finanziaria di San Marino e la decisione di introdurre, con l’articolo 56, una tassazione supplementare riservata ai redditi dei lavoratori frontalieri.

La protesta si articola con due sit-in davanti al piazzale dell’azienda Colombini di Rovereta. Il primo è fissato al mattino (dalle 10.30 alle 12) e il secondo al pomeriggio (dalle 17 alle 18.30).

Alle 14, presso la sala riunioni della Centrale Sindacale Unitaria, è invece in programma un incontro tra il coordinamento dei consigli di fabbrica delle più importanti industrie sammarinesi.

“La supertassa va cancellata – affermano le Federazioni Industria di CsdL e CDLS – perché rappresenta una insopportabile ferita nel tessuto produttivo e sociale di San Marino, tra l’altro bocciata anche da tutte le associazioni imprenditoriali. Siamo di fronte a una discriminazione che penalizza migliaia di lavoratori in base alla loro residenza, e crea inaccettabili disparità economiche nei luoghi di lavoro. L’incontro con il coordinamento dei consigli di fabbrica sarà l’occasione per mettere a punto un pacchetto di iniziative e nuove mobilitazioni per arrivare alla rimozione dell’articolo 56 della legge Finanziaria”.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento