Home NotizieSan Marino Supertassa frontalieri: istanza Csu “ricevibile”

Supertassa frontalieri: istanza Csu “ricevibile”

da Redazione

Un primo piccolo ma importante passo è stato compiuto verso la dichiarazione di illegittimità costituzionale per la "supertassa" che colpisce i frontalieri. L’istanza, proposta dalla Centrale Sindacale Unitaria, ha superato lo scoglio della ricevibilità.

SAN MARINO – Un primo piccolo ma importante passo è stato compiuto verso la dichiarazione di illegittimità costituzionale per la "supertassa" che colpisce i frontalieri. L’istanza, proposta dalla Centrale Sindacale Unitaria, ha superato lo scoglio della ricevibilità.

Un piccolo flashback prima di proseguire. Il sindacato aveva sottoposto alla politica due differenti istanze: la prima per chiedere l’illegittimità dell’articolo n.56 della Finanziaria, quello che prevede appunto la "supertassa" per i frontalieri, firmato da 27 membri del Consiglio Grande e Generale (l’opposizione e parte di Eps). La seconda invece chiede di completare l’identico percorso per arrivare all’annullamento dell’articolo n. 72 della Finanziaria, quello che prevede i prepensionamenti forzati nella Pa, che ha ricevuto la firma di 25 Consiglieri.

Il presidente del Collegio Garante della costituzionalità delle norme, prof. Augusto Barbera, con un decreto datato emanato il 9 febbraio, ha dichiarato ricevibili le due istanze.

 

In tal senso, il Presidente ha accertato la “sussistenza dei requisiti di ricevibilità prescritti dall’articolo 12 della Legge Qualificata n. 55/2003”, disponendo la “pubblicazione ad valvas e nel bollettino ufficiale” delle due istanze. Prosegue dunque l’iter procedurale delle istanze che chiedono di cancellare dall’ordinamento sammarinese questi due articoli che, secondo la Csu, "violano palesemente i principi costituzionali della Repubblica e i diritti dei lavoratori sanciti dal nostro sistema legislativo".

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento