Home La Splendor

San Marino, Slavoljub Matic: La sfida serba, entrare nell’UE

da Redazione

Slavoljub Matic è il ‘numero 2’ dell’ambasciata serba in Italia. Al Forum “San Marino tra Oriente e Occidente” racconta la grande sfida serba, da 12 anni in evoluzione: entrare nell’Unione Europea.

 

Slavoljub Matic è il ‘numero 2’ dell’ambasciata serba in Italia. Per rompere il ghiaccio, nella seconda parte del Forum “San Marino tra Oriente e Occidente”, racconta un piccolo dettaglio personale: “Torno a San Marino dopo 42 anni”.
Quindi una fotografia a volo radente sulla Serbia: “100 mila mq, 10 milioni di abitanti. Ma le risorse serbe offrono qualcosa di più promettente”.
Con un obiettivo, che sarà il coronamento di un percorso iniziato già da tempo: l’ingresso nell’Unione Europea.
“La Serbia già da 12 anni è in via di transizione, dopo un lungo periodo di dirigenza rigida dello Stato in tutti i settori, con modeste aperture verso i principi democratici e, in campo economico, con altrettanto modeste aperture verso i liberi mercati”.
“Abbiamo ridotto i dazi doganali – racconta ancora il Primo Consigliere dell’ambasciata serba – per esempio per le auto: dal primo gennaio 2011 sono scesi dal 20% al 5%. Anche questo sarà cancellato quando entreremo nell’Unione Europea”. Trasparenza: “La Serbia ha già creato i presupposti normativi”. E ancora, le risorse, ad esempio energetiche: “Disponiamo di giacimenti di carbone molto ricchi, ma c’è un grande potenziale di energie alternative”. Trasporti: “La Serbia è crocevia di trasporti internazionali, dal nord e dall’est europeo”.
Rapporti con San Marino. “Da voi potremmo imparare qualcosa in ambito turistico. Spero ci potremmo incontrare anche in altre sedi nel prossimo futuro”.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento