Home NotizieSan Marino San Marino, nasce il FAS Fondo ambientale

San Marino, nasce il FAS Fondo ambientale

da Redazione

Salvaguardare il patrimonio ambientale della Repubblica di San Marino: con questo obiettivo ambizioso è nato oggi ufficialmente il FAS, Fondo Ambiente Sammarinese, tenuto a battesimo dal Presidente Mara Verbena.

Salvaguardare il patrimonio ambientale della Repubblica di San Marino, patrimonio mondiale dell’umanità Unesco. Sostenere, supportare la cultura del rispetto della natura, dell’arte, della storia e delle tradizioni del Monte Titano, attraverso azioni di sostegno e di rivalutazione del patrimonio artistico, naturalistico e paesaggistico. Sono questi gli obiettivi che si propone il FAS, Fondo Ambiente Sammarinese, l’equivalente del FAI italiano, appena nato e presentato oggi alla popolazione al Palace Hotel di Serravalle.

L’obiettivo è ambizioso e parte già con un progetto concreto in corso di ultimazione: il ripristino dei e la risistemazione dei numerosi sentieri lungo le pendici del Monte Titano. Ma il vero lavoro, il FAS lo inizierà soltanto da gennaio prossimo. “Fino al 31 dicembre – spiega Mara Verbena, che del FAS è l’ideatrice nonché il primo Presidente – sono aperte le iscrizioni per diventare socio fondatore. Dopo sarà comunque possibile, ovviamente, diventare soci del FAS, ma questa resta una fase importante”.
L’iscrizione costa 20 euro per ciascun socio, e di 35 se ad associarsi è un intero nucleo familiare. “A inizio anno è prevista la prima assemblea e da lì in avanti si potrà programmare l’attività e le iniziative che verranno portate avanti per la salvaguardia dell’ambiente”.

Il FAS è una fondazione senza scopo di lucro che si prefigge di esaminare gli elementi paesaggistici, storici e artistici della Repubblica di San Marino, nonché degli ambienti che sono a rischio e minacciati dall’incuria e dalla scarsa conoscenza.
Alla presentazione ieri erano presenti anche i Segretari di Stato al Territorio, Giancarlo Venturini, e alla Cultura, Romeo Morri.
 

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento