Home NotizieItalia L’Aeroporto Fellini di Rimini non chiude anzi rilancia

L’Aeroporto Fellini di Rimini non chiude anzi rilancia

da Redazione

Troppi aeroporti che si pestano i piedi tra loro? Massimo Masini, Presidente di Aeradria Spa (Aeroporto "Fellini" di Rimini – San Marino) assicura che per Rimini nulla cambia. Nessuna chiusura anzi, dopo il boom di passeggeri, in Riviera si rilancia.

In merito alle notizie di stampa apparse sui quotidiani nazionali che riportano ulteriormente le informazioni relative allo studio KPMG – NOMISMA circa la mappatura degli Aeroporti italiani, notizie anticipate due mesi da Il Sole 24 Ore, il Presidente di Aeradria Spa, Massimo Masini, precisa quanto segue:

1) Confermo come la volontà delle autorità nazionali nell’affrontare il tema del numero degli Aeroporti sul territorio italiano in modo programmato e coordinato sia positivo; pertanto ben venga il lavoro di studio al quale far seguire anche forme di attuazione;
2) Preciso nuovamente, come già fatto in precedenza quando l’argomento fu anticipato da Il Sole 24 Ore, che la categoria degli Aeroporti complementari non comporta la chiusura dello scalo bensì la valutazione di ciascun territorio di riferimento, del futuro dell’Aeroporto in base alle caratteristiche del medesimo, delle capacità di generare e/o attrarre traffico, nonché ogni altra attività aeronautica ritenuta più opportuna da ciascun ambito territoriale considerato. Nel caso di Rimini nulla cambia rispetto alle nostre azioni tese, dopo gli ottimi risultati 2010, all’ulteriore sviluppo di passeggeri per il 2011 e gli anni a venire;
3) Sono sicuro che nelle fasi successive al lavoro istruttorio di KPMG-NOMISMA e delle evoluzioni 2011 del nostro traffico e del bacino emiliano romagnolo, aree limitrofe comprese, Rimini potrà essere inserito nella categoria degli aeroporti primari. A questo proposito, e da ultimo, ricordo di nuovo che con i nostri 461.205 passeggeri internazionali (cui si aggiungono i 22.786 passeggeri nazionali, più l’aviazione generale ed i transiti) dall’1 gennaio al 31 ottobre 2010, tra gli 11 Aeroporti della costa adriatica siamo al 4° posto solo dietro agli Aeroporti di Venezia, Treviso, Bari. Ci seguono gli Aeroporti di Trieste, Forlì, Ancona, Perugia, Pescara, Foggia, Brindisi.
c.s.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento