Home FixingFixing Il dottor Maurizio Berardi e l’importanza dei controlli

Il dottor Maurizio Berardi e l’importanza dei controlli

da Redazione

Una storia sammarinese lunga trent’anni. Quasi come gli anni di attività del dottor Maurizio Berardi, Direttore del Dipartimento prevenzione dell’ISS, che spiega come avvengono i controlli nella Repubblica di San Marino.

Qual è l’importanza dei controlli?

“I controlli sono importanti per due aspetti. Il primo è legato al benessere dell’animale, e riguarda, tra le altre cose, anche un corretto allevamento e una equilibrata alimentazione. Il secondo – fondamentale – riguarda i risvolti dei controlli per la salute dell’uomo. Avere un animale sano e controllato significa anche prevenire le malattie che derivano dai prodotti derivati: carne, latte, formaggi. Un animale in salute non ha residui né contaminanti”.

 

Sicurezza alimentare: quali gli aspetti di maggior rilievo? 

“La sicurezza alimentare va vista sotto due aspetti: uno igienico-sanitario, e uno delle qualità organolettiche. Mi spiego: un animale può risultare ottimo da un punto di vista igienico-sanitario ma se macellato troppo presto, la percezione del prodotto può risultare pessima”.

 

Quando avvengono i controlli? 

“Durante tutta la vita dell’animale, prima e dopo la macellazione. L’animale arriva in Repubblica assieme a un documento che certifica la sua provenienza e il suo stato di salute. In una seconda fase vengono effettuati una serie di controlli a sorpresa negli allevamenti attraverso una serie di prelevi effettuati su campioni di urine, feci, sangue e foraggio. In quest’ultimo caso i controlli servono per capire che il mangime non sia veicolo di contaminanti. Altri controlli vengono poi eseguiti durante la fase di macellazione: è importante che le condizioni igieniche dei prodotti distribuiti sul territorio vengano rispettate. Il nostro ufficio garantisce il controllo di tutta la filiera: di ogni animale si conosce ogni caratteristica. Grazie alla normativa sull’etichettatura obbligatoria, i consumatori hanno la consapevolezza di avere sulla tavola un prodotto controllato”.

 

Quali sono i ‘pericoli’ del futuro?  

“Direi essenzialmente tre: ‘Blue Tongue’, una malattia virale che non si trasmette all’uomo; la ‘West Nile Disease’, amch’essa virale e veicolata da uccelli migratori, e la ‘Rift Valley Fever’ che, come la ‘West Nile’, può contagiare l’uomo. La ‘Rift’ ha una letalità nei bovini sino al 70%. Sono malattie nuove, causate dalle mutate condizioni climatiche”.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento