Home NotizieSan Marino La manovra finanziaria sul tavolo del Congresso

La manovra finanziaria sul tavolo del Congresso

da Redazione

Contenere la spesa e aumentare le entrate. La ricetta è semplice. Più difficile, non diciamo niente di clamoroso, è la messa in pratica. La Manovra finanziaria straordinaria torna oggi sul tavolo del Congresso di Stato, che dovrà confrontarsi sul modo concreto di centrare questi due obiettivi, entrambi strettamente necessari per permettere ai conti pubblici di San Marino di non collassare su se stessi.

Contenere la spesa e aumentare le entrate. La ricetta è semplice. Più difficile, non diciamo niente di clamoroso, è la messa in pratica. La Manovra finanziaria straordinaria torna oggi sul tavolo del Congresso di Stato, che dovrà confrontarsi sul modo concreto di centrare questi due obiettivi, entrambi strettamente necessari per permettere ai conti pubblici di San Marino di non collassare su se stessi.

L’incontro di oggi potrebbe portare già a stringere almeno su alcuni degli interventi proposti dal Segretario di Stato alle Finanze Pasquale Valentini, anche se all’interno della maggioranza la posizione critica – definiamola così – degli EuroPopolari (entrati nel governo in quanto inseriti nel listone assieme al Pdcs, il partito di cui Valentini è ancora il Segretario politico, lo ricordiamo) crea non pochi grattacapi e un costante mal di pancia all’intero Patto per San Marino. La posizione degli Eps è critica sulla manovra in quanto considerata come decisamente più votata all’inasprimento della pressione fiscale più che ad una spinta propulsiva verso lo sviluppo. Identica critica che viene rivolta da più parti tra le fila dell’opposizione.

In Congresso di Stato ci sarà anche il riferimento del Segretario di Stato agli Esteri Antonella Mularoni dopo gli incontri avvenuti la scorsa settimana al Meeting di Rimini, in particolare quello con il Ministro Franco Frattini, che ha confermato il via di un nuovo tavolo bilaterale nel mese di settembre.
 

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento