Home NotizieSan Marino San Marino, slitta (a giugno?) la legge sulle licenze

San Marino, slitta (a giugno?) la legge sulle licenze

da Redazione

Non un dietrofront ma un approfondimento necessario, per cercare la massima condivisione. E possibilmente evitare di commettere leggerezze, su una materia così importante. Il progetto di legge sulle licenze, a San Marino, slitta rispetto agli altri due provvedimenti (addio alle SA e reato penale di falsa fatturazione) inseriti nel pacchetto trasparenza e non ancora operativi (come il prefinanziamento dell’Iva). L’iter dovrebbe comunque essere concluso entro il Consiglio Grande e Generale di giugno.

Slitta, ma solo temporaneamente, il progetto di legge sammarinese sulle licenze, inserito nel cosiddetto “pacchetto trasparenza”. Nel senso che gli altri progetti (abolizione delle società anonime e introduzione del reato penale di falsa fatturazione) presentati insieme andranno avanti e verranno esaminati martedì prossimo dalla commissione Finanze e saranno portati in Consiglio Grande e Generale nella seduta di fine maggio (dal 26 al 28, si ipotizza), mentre il pdl sulle licenze sarà spostato a più avanti. “Non si tratta di una retromarcia – spiega Marco Arzilli, Segretario di Stato per l’Industria – ma sul provvedimento vogliamo avere la massima condivisione possibile”. Questo anche perché la normativa è corposa e la materia molto delicata.
Venerdì sono già in programma due incontri separati per discutere della materia, prima con la maggioranza e poi con l’opposizione.
In questo caso l’obiettivo è arrivare in Consiglio Grande e Generale nel mese di giugno. L’ultimo provvedimento dei quattro inseriti nel pacchetto trasparenza, quello relativo al prefinanziamento dell’Iva che permette di contrastare le cosiddette frodi carosello, sancito attraverso un decreto legge durante l’ultima seduta di Consiglio grande e generale, è già attivo da inizio mese.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento