Home NotizieSan Marino Ente Cassa di Faetano approvato il Bilancio 2009

Ente Cassa di Faetano approvato il Bilancio 2009

da Redazione

Un’ampia partecipazione per l’assemblea dei soci dell’Ente Cassa di Faetano, l’ente bancario che gestisce la Banca di San Marino, che è servita per approvare il Bilancio 2009. Che parla di poco meno di un milione e mezzo di euro distribuiti nel 2009 (oltre 100 mila euro in più rispetto al 2008) per 160 interventi e un prudente accantonamento di fondi. Le erogazioni concentrate soprattutto in due settori: lo sviluppo economico del territorio, e l’arte e la cultura.

Un’ampia partecipazione da parte dei soci per l’assemblea annuale dell’Ente Cassa di Faetano, che si è tenuta domenica al Kursaal, per l’approvazione del Bilancio 2009.
“La relazione del Consiglio di Amministrazione, esposta dal Presidente Fabio Gasperoni, ha affrontato i vari aspetti della vita istituzionale e sociale dell’Ente – spiega una nota ufficiale – dalla quale emergono i tratti di un’istituzione vitale nelle attività, responsabile ed attenta al paese”.
L’attività di erogazione del 2009 si è estesa ai diversi settori statutari per un totale di 1.486.787 euro (1.382.600,00 nel 2008) distribuiti su 160 interventi, mentre una prudente gestione del patrimonio ha permesso di accantonare fondi per circa 303.776 di euro. In particolare le erogazioni si sono concentrate su due settori, quelli dello sviluppo economico del territorio (37,90%) e quello dell’arte e della cultura (31,06%).
La distribuzione territoriale degli interventi si è naturalmente concentrata su San Marino con le sole eccezioni degli interventi umanitari, tra i quali spiccano tre grandi progetti: il “Centro di salute integrale” realizzato dalla Fondazione Solidarietà in Perù, il “Progetto Colomba” della Papa Giovanni XXIII° e soprattutto l’appassionata partecipazione alla realizzazione del reparto maternità La Rosa nella missione di Padre Marcellino in Congo, legato all’Ente da un rapporto sincero nato quando vinse il Premio San Marino nel 2006.
“Il 2009 è stato un anno speciale – prosegue la nota dell’Ecf, che ricordiamo controlla la Banca di San Marino – a partire dall’inaugurazione della nuova sede sociale, nata dalla ristrutturazione delle ex scuole elementari di Faetano per mano del grande architetto Paolo Portoghesi, che ha restituito un edificio di pregio, con nuove funzionalità per il Castello e per tutto il Paese”.
“Il 2009 è proseguito con il ritorno del Premio San Marino, l’evento con cui la fondazione vuole celebrare i sammarinesi che si sono distinti nel mondo per le loro opere. Il Premio in questa seconda edizione è stato consegnato a Marino Angelo Forcellini: una storia famigliare segnata dalla drammatica scomparsa del figlio Angelo, un dolore che si è trasformato in energia per aiutare quanti nel mondo hanno bisogno e che lo ha portato insieme alla moglie e a tanti altri collaboratori a realizzare importanti opere umanitarie in Africa. Il Premio San Marino si è confermato nuovamente un evento capace di mettere in luce testimonianze di vita importanti per tutta la popolazione.
E poi le opere editoriali: la ristampa arricchita de Il Trono dei Poveri di Marino Moretti, in occasione del trentennale dalla scomparsa, le cui celebrazioni hanno riscosso un successo inaspettato, e l’ambiziosa collana Storia dei Castelli della Repubblica di San Marino, promossa da tutto il gruppo Banca di San Marino, che per i prossimi 8 anni ci porterà alla scoperta del Paese secondo i criteri della Local History. I volumi saranno arricchiti di volta in volta dalle opere originali di importanti artisti chiamati a rappresentare il castello in oggetto: per Faetano, a cui è dedicato il primo volume, è stato coinvolto il noto artista milanese Tullio Pericoli. Tra i grandi eventi artistici ricordiamo anche il Concorso di Canto Renata Tebaldi, che ancora una volta ha riconfermato il livello eccellente della sua proposta continuando, insieme al Concorso Pianistico, a promuovere nel mondo una San Marino luogo ideale per grandi eventi artistici e non”.
“Con la sua terza edizione si è inoltre concluso il percorso triennale del San Marino Forum, con il quale (insieme agli altri partner, Fondazione San Marino Cassa di Risparmio e ANIS, ndr) si è voluto affrontare il tema cruciale dello sviluppo di San Marino grazie alla competenza di Studio Ambrosetti e di grandi personalità internazionali: il lavoro fatto in questi anni grazie al Progetto San Marino è stato considerevole, importanti sono i dati e le informazioni raccolte e validi i tavoli tecnici ma purtroppo il contributo di questo progetto non sembra essere stato recepito adeguatamente dal Paese”.
L’Ente Cassa di Faetano sottolinea inoltre che proseguono anche “le partnership con il Consorzio San Marino 2000 per lo sviluppo del turismo congressuale in Repubblica, ed il sostegno a tutto il ventaglio di attività ricreative – una su tutte l’Alba sul Monte – e sportive dei singoli castelli, alle associazioni sammarinesi impegnate in vari ambiti della vita della comunità, ed a progetti di assistenza sociale come Over 60 – un progetto di alfabetizzazione informatica e tecnologica per la terza età – e le collaborazioni l’Associazione Donatori del Sangue e l’Associazione oncologica”.
“Infine sono stati avviati i lavori per il nuovo parcheggio multipiano dell’Ospedale, un progetto che attesta ancora una volta la sensibilità dell’Ente nel sovvenire a esigenze urgenti e rilevanti della popolazione attraverso significative sinergie con lo Stato, che in questo caso permetterà in pochi anni di offrire ben 571 posti auto dislocati in due strutture nell’area dell’edificio”.
“L’assemblea – conclude la nota dell’Ecf – è stata anche l’occasione per sottolineare come Banca di San Marino abbia saputo far fronte alle preoccupanti difficoltà che hanno toccato e ancora toccano la nostra Repubblica, senza derogare ai valori che la contraddistinguono da sempre, trasformando anzi i valori e la responsabilità sociale che da essi deriva un punto di forza della sua azione, guadagnandosi generale stima e apprezzamento.

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento