Home NotizieAttualità Corsa alla presidenza Bce Italia tagliata fuori

Corsa alla presidenza Bce Italia tagliata fuori

da Redazione

Per l’Italia un’altra eurosconfitta. Con la scelta di Vitor Constâncio per la vicepresidenza della Banca Centrale Europea, la candidatura di Mario Draghi a presidente Bce è, di fatto, spacciata. Questo per questioni di equilibri tra Nord e Sud del Continente: il candidato più forte ormai è il teutonico Axel Weber, n.1 di Bundesbank.

Un altro smacco europeo per l’Italia. La scelta di Vitor Constâncio, governatore del Banco de Portugal, come vicepresidente della Banca Centrale Europea, mette la parola fine alla candidatura dell’italiano Mario Draghi (nella foto) al posto di presidente. Nell’Eurozona, infatti, è considerato necessario mantenere nel vertice della Bce un certo equilibrio fra Nord e Sud Europa, e dopo la decisione di mettere alla seconda carica della Bce Constâncio, un sudista, il candidato più forte è ormai il tedesco Axel Weber, numero uno della Bundesbank. Roma aveva ufficiosamente candidato l’attuale governatore della Banca d’Italia. Il mandato dell’attuale vicepresidente della Banca di Francoforte, il greco Lúkas Papadhémos, arriverà a scadenza a fine maggio 2010, quello di Jean-Claude Trichet nel novembre 2011. A quanto scrive Der Spiegel, il governo francese ha già promesso alla Germania di sostenere la nomina di Weber.

 

Lou Nissart

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento