Home Tempo LiberoEventi Antonella Clerici condurrà  il Festival di Sanremo

Antonella Clerici condurrà  il Festival di Sanremo

da Redazione

Il Festival di Sanremo compie 60 anni. Questa edizione sarà condotta dalla bionda Antonella Clerici. La manifestazione canora più importante e famosa d’Italia è in programma dal 16 al 20 febbraio, sempre dal palco del teatro ligure dell’Ariston. La Clerici ha presentato il programma del Festival insieme a Mauro Mazza, direttore di Rai Uno, e a Gianmarco Mazzi, direttore artistico della manifestazione.

Come ogni anno il Festival di Sanremo entrerà in tante case degli italiani. Il concorso canoro è arrivato, tra luci e ombre, alla sessantesima edizione. La conduzione dell’edizione 2010 è affidata ad Antonella Clerici e si svolgerà dal 16 al 20 febbraio. La presentatrice insieme a Mauro Mazza, direttore di Rai Uno, e a Gianmarco Mazzi, direttore artistico della manifestazione, hanno illustrato il programma. Probabilmente nella serata d’apertura del Festival la Clerici sarà accompagnata da Paolo Bonolis e Luca Laurenti, conduttori della scorsa edizione. Prevista la partecipazione del genio calcistico Antonio Cassano. Salirà sul palco dell’Ariston anche la regina Rania di Giordania, come ambasciatrice del dialogo tra culture diverse e dei diritti delle donne. Certa la presenza di Susan Boyle, vincitrice dell’“X-Factor britannico”, nuova stella della musica inglese. La Clerici commenta così la partecipazione come ospite della Boyle “rappresenta la realtà di una donna, sì forse un po’ bruttarella, ma che ha una voce straordinaria che ha incantato il mondo”. Tra gli ospiti il sensuale corpo di ballo del Moulin Rouge, gli attori Michelle Rodriguez e Raoul Bova, Robbie Williams, Peter Gabriel, i ballerini visti in This Is It, documentario sulle ultime ore di prove sul palco di Michael Jackson. Il re della musica dance Bob Sinclair e i celeberrimi Tokio Hotel. Continuano le trattative per portare a Sanremo la popolarissima Lady Gaga. La pop star italo americana non ha ancora sciolto le riserve sulla sua presenza. “E’ stata male – ha spiegato Mazzi – vuole fare di ogni sua performance un momento eccezionale. Con lei siamo già avanti con le trattative. Aereo, spostamenti, prove: tutto è stato organizzato ma il vero problema è l’eccezionalità della sua performance. Le sue esibizioni richiedono sforzi eccezionali e stiamo cercando di convincerla che l’unicità della sua performance sta nel cantare dal vivo, con l’orchestra, una cosa che non ha mai fatto”. Dopo le risposte negative della Pausini, Boccelli, Ferro e Antonacci, quasi sicuramente calcheranno il palco del teatro sanremese Zucchero, Massimo Ranieri ed Elisa. Al “debutto” al festival un “mostro sacro” della tv italiana, Maurizio Costanzo. Certi della loro apparizione a San Remo Lorella Cuccarini, in versione sexy, e l’intramontabile Christian De Sica.
Oltre ai cantanti e agli ospiti, gli organizzatori hanno puntato molto sulla scenografia dello spettacolo, allestita da Castelli. “L’ho vista, ci sono marchingegni pazzeschi, a noi Avatar ci fa un baffo!” le parole della Clerici.


TUTTI GLI ARTISTI IN GARA

Questa la lista dei cantanti nella sezione Big: Arisa con “Ma l’amore no”, Malika Ayane con “Ricomincio da qui”, Simone Cristicchi con “Meno male”, Toto Cutugno con “Aeroplani”, Nino D’Angelo con “Jammo j…”, Irene Grandi con “La cometa di Halley”, Morgan con “La sera”, Fabrizio Moro con “Non è una canzone”, Nomadi con “Feat”. Irene con “Il mondo piange”, Noemi con “Per tutta la vita”, Povia con “La verità (Eluana)”, Pupo, Emanuele Filiberto di Savoia e Luca Canonici con “Italia amore mio”, Enrico Ruggeri con “La notte delle fate”, Valerio Scanu con “Un attimo con te”, Sonhora con “Baby”, Marco Mengoni con “Credimi ancora”.
Mentre le Nuove proposte (o Nuova generazione) saranno: Broken Heart College con “Mesi”, Jacopo Ratini con “Su questa panchina”, Jessica Brando con “Dove non ci sono ore”, La fame di Camilla con “Buio e luce”, Luca Marino con “Non mi dai pace”, Mattia De Luca con “Non parlare più”, Nicolas Bonazzi con “Dirsi che è normale”, Nina Zilli con “L’uomo che amava le donne”, Romeus con “Come l’autunno”, Tony con “Il linguaggio della resa”.
 

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento