Home NotizieEconomia Inflazione annua a +0,8% più bassa solo nel 1959

Inflazione annua a +0,8% più bassa solo nel 1959

da Redazione

Correva l’anno 1959 quando in Italia l’Istat registrò un aumento annuo dell’inflazione dello 0,4%. Da allora sono passati cinquant’anni e per la prima volta ci si avvicina ad un aumento così contenuto: appena lo 0,8%, il più basso dell’ultimo mezzo secolo.

L’inflazione? A dicembre è stata del +0,2 rispetto al mese precedente, più 1% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Lo comunica l’Istat che, in base alla stima provvisoria, annuncia anche che il tasso di inflazione nell’intero 2009 si è attestato al +0,8%, il livello più basso da 50 anni. Allora si registrò appena uno 0,4%.
L’Istat dunque comunica che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività relativo al mese di dicembre 2009 presenta una variazione di più 0,2 per cento rispetto al mese di novembre e di più 1,0 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.
Sulla base dei dati finora pervenuti gli aumenti congiunturali più significativi dell’indice per l’intera collettività si sono verificati per i capitoli Bevande alcoliche e tabacchi (più 1,8 per cento), Ricreazione, spettacoli e cultura (più 0,7) e Trasporti (più 0,5). Variazioni nulle si sono registrate nei capitoli Prodotti alimentari e bevande analcoliche e Istruzione. Variazioni negative si sono verificate nei capitoli Comunicazioni (meno 0,4), Abitazione, acqua, elettricità e combustibili (meno 0,3) e Servizi ricettivi e di ristorazione (meno 0,1).
Gli incrementi tendenziali più elevati si sono registrati nei capitoli Bevande alcoliche e tabacchi (più 4,4 per cento), Altri beni e servizi (più 3) e Istruzione (più 2,4). Una variazione tendenziale negativa si è verificata nel capitolo Abitazione, acqua, elettricità e combustibili (meno 2,3).

 

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento