Home NotizieSan Marino Il Colorificio Sammarinese si rinnova Tito Masi Presidente del Cda

Il Colorificio Sammarinese si rinnova Tito Masi Presidente del Cda

da Redazione

Con una nota ufficiale il Colorificio Sammarinese annuncia di aver approvato un nuovo statuto sociale e di aver rinnovato gli organi di amministrazione e controllo. Il Colorificio, una delle aziende “storiche” del Titano, annuncia l’addio di Mario Alvisi, che ha contribuito al successo dell’azienda, e la nomina di Tito Masi a Presidente del Cda e di Giulio Caramaschi come Amministratore Delegato dell’azienda.

Il Colorificio Sammarinese è a tutti gli effetti una delle aziende storiche e delle realtà imprenditoriali più importanti di San Marino. Per data di fondazione (1944), numero di occupati (circa un centinaio, più la rete vendita che conta una sessantina di agenti), fatturato annuo (25 milioni di euro). Oggi si è riunita l’Assemblea del Colorificio Sammarinese S.A.: una riunione importante in quanto è stato approvato un nuovo Statuto Sociale ed rinnovati gli organi di Amministrazione e di Controllo. Un rinnovo sostanziale. Sono stati infatti nominati Presidente del Consiglio di Amministrazione ed Amministratore Delegato rispettivamente Tito Masi e Giulio Caramaschi, mentre membri del Consiglio di Amministrazione sono Carlo Caramaschi, Remo Raimondi e Paolo Ugolini.
“Si conclude così una fase piuttosto intensa e se ne apre una nuova nella vita di una delle aziende storiche della Repubblica”, afferma una nota ufficiale della società. “Di fronte a diverse offerte di acquisizione dell’azienda provenienti dall’esterno, che non avrebbero probabilmente garantito nel tempo la continuità dell’attività in territorio, alcuni imprenditori sammarinesi hanno deciso di affiancare la famiglia Caramaschi, che da anni amministra e rappresenta il Colorificio Sammarinese, e di entrare nella compagine societaria per assicurare, attraverso gli investimenti necessari ed una nuova governance, ulteriore sviluppo all’azienda”.
Al termine dell’assemblea, i partecipanti hanno ricordato la figura di Attilio Caramaschi, recentemente scomparso, che per lunghi anni ha gestito con competenza ed efficacia l’azienda, ed hanno rivolto un particolare ringraziamento a Mario Alvisi che si appresta a lasciare il Colorificio dopo aver validamente contribuito alla sua vita ed ai suoi successi.

 

Forse potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento